Cerca nel blog

lunedì 3 ottobre 2011

10 Consigli sui paesaggi invernali


Molti scattano quantità infinite di foto durante l'estate, le sagre, le manifestazioni, il mare, foto e foto "estive", ma appena arriva l'inverno prendono la tanto amata reflex e la mettono in letargo, bene con questa selezione vedremo 10 motivi per sporcarci di fango le suole, uscire a fare foto anche d'inverno.

1. Fotografa durante la pioggia
La pioggia è un ottima alleata se vogliamo fotografare i boschi, diminuisce il contrasto e permette di catturare maggiori dettagli nelle zone d'ombra, i tronchi diventano scuri e il giallo del fogliame si mischia alle infinite tonalità dal rosso al marrone scuro presenti nel bosco.

2. Riduci i riflessi eccessivi
Il corredo del buon fotografo di paesaggio naturalista prevede sicuramente un filtro polarizzato, in grado di intensificare il blu del cielo, ma sicuramente molto più utile se si vuole ridurre il riflesso eccessivo su una superficie bagnata.

3. Live-View
Il live view permette di visualizzare la scena non dal mirino, ma dallo schermo LCD, questa funzione risulta molto utile per verificare al meglio la profondità di campo, infatti premendo sul bottone per l'anteprima della profondità di campo e zoomando sul display sarà più facile capire cosa è nitido o su cosa dobbiamo intervenire.

4. Controluce
Il momento migliore è sicuramente prima dell'alba e subito dopo tramonto, questa tipologia di fotografia assume un fascino incredibile, bisogna però che i soggetti siano completamente neri, per fare questo bisogna impostare la lettura dell'esposizione direttamente sullo sfondo, che sarà sicuramente più luminoso del soggetto, creando così una sagoma nera.

5. Usa le foglie
Le foglie d'autunno, calde, morbide, magiche possono essere posizionate su uno sfondo scuro (una roccia o un tronco) creando così meravigliose composizione, sfumando se possibile parte dell sfondo in modo da far risaltare l'attenzione sul soggetto.

6. Evita le alte luci
Mettendo a fuoco un soggetto scuro in cui è presente un cielo molto luminoso, l'esposimetro, soprattutto se la lettura esposimetrica viene effettuata tramite la modalità "spot", tenderà ad esporre correttamente il soggetto e sovraesporre il cielo, risolvi questo problema scattando due foto identiche una esponendo correttamente il cielo e l'altra il soggetto, per poi unirle in post produzione.

7. Usa il treppiede
Il treppiede è sempre un ottimo strumento quando si scatta con tempi di posa lunghi, è inevitabile, se vogliamo tutti gli elementi della foto nitidi, chiudere il diaframma, di conseguenza aumenterà il tempo di esposizione del sensore alla luce.

8. Riflessi
Sfrutta i riflessi, quelli invernali, come quelli notturni portano mistero e fascino nella fotografia.

9. Guardati intorno
L'inverno è pieno di spunti, le gocce d'acqua diventano specchi sul mondo, i primi fiori che sbucano dalla neve, le montagne lontane, la tempesta sul mare.

10. Attrezzati
Porta con te un ombrello, un sacco di plastica trasparente e dello scotch se devi proteggere la tua reflex dalle intemperie, viaggia leggero, e se scatti in un parco portati del pane, sarà più facile avvicinare a te animali da fotografare.

2 commenti:

  1. e non dimenticare il "cavalletto" ...quello preferito...

    RispondiElimina
  2. mai il cavalletto sempre con noi! :)

    RispondiElimina